CCIAA

14 gennaio 2014 ore 14.00 – Camera di Commercio di Udine (Sala Valduga)

Prima del 1978, chi voleva tutelare un’invenzione in Europa era obbligato a depositare una domanda nell’ufficio brevetti di ciascuno Stato, ovviamente nella relativa lingua nazionale, con

Leggi l'articolo su cindi.it

elevati costi (si pensi alle traduzioni e alle spese per i mandatari).

Successivamente la Convenzione di Monaco sul brevetto europeo ha offerto la possibilità di utilizzare una procedura unificata di rilascio di un “fascio di brevetti nazionali”: in buona sostanza viene depositata un’unica domanda presso l’Ufficio Europeo dei Brevetti centralizzato (avente sede a Monaco di Baviera) in una sola lingua (a scelta tra inglese, francese o tedesco); in seguito alla concessione del brevetto, si deposita presso gli Uffici nazionali la traduzione nella lingua dei Paese nei quali si richiede la tutela.

Nell’ottica di ridurre ulteriormente adempimenti e costi connessi, i Regolamenti (UE) n. 1257/2012 e n. 1260/2012 hanno istituito il c.d. brevetto europeo con effetto unitario, che permetterà (sempre con un’unica domanda, ma senza più il deposito delle traduzioni negli Uffici nazionali) di conseguire un brevetto con pari efficacia in tutti i Paesi UE. Tutti tranne l’Italia e la Spagna, strenui oppositori di questo nuovo sistema per ragioni linguistiche (non essendo contemplati l’italiano e lo spagnolo tra le lingue ufficiali).

Ma quando si potrà depositare la prima domanda di brevetto europeo con effetto unitario?
La tutela unitaria è subordinata all’entrata in vigore dell’Accordo sul Tribunale unificato dei brevetti, stipulato il 19 febbraio 2013, che istituisce un nuovo organo giurisdizionale avente competenza esclusiva sulla controversie relative ai brevetti europei e ai brevetti europei con effetto unitario.

Per approfondire questi argomenti, la Camera di Commercio di Udine ha organizzato per il 14 gennaio 2014 il convegno “Il brevetto unitario e il tribunale unificato dei brevetti” con i seguenti interventi:
Dott. Roberto Sandrini – Presentazione del Progetto IPforSMEs
Ing. Valter Giugni – Aspetti normativi e procedurali del brevetto comunitario
Avv. David D’Agostini – Il Tribunale Unificato dei brevetti e il contenzioso brevettuale

La partecipazione è gratuita previa iscrizione, entro il 13 gennaio 2014, secondo quanto indicato sul sito della Camera di Commercio di Udine.
Qui è possibile scaricare direttamente la locandina dell’evento.